Simone B.

MANSIONE: Responsabile Cliente del Reparto Pesca nel negozio di Seregno

Uno dei miei primi ricordi è la figura di mio nonno che, il lunedì mattina, veniva a prendermi all’asilo per portarmi sulle rive del Ticino, probabilmente il suo posto preferito .

Giorgio, così si chiamava , papà di 3 figlie femmine, probabilmente ha visto in me l’unica possibilità di trovare un erede per la sua grandissima passione.

Non ho calcato le sue orme fin da subito: infatti, con l’inizio delle scuole primarie, ho iniziato a praticare il gioco del calcio, spinto dai miei compagni di classe e dall’entusiasmo di mio papà, sfegatato tifoso della Juventus (che è anche la mia squadra del cuore).

Ho giocato a calcio fino alla terza media poi, in seguito a un infortunio, mi riavvicinai alla pesca sportiva, dapprima seguendo la disciplina della Trota Lago, tecnica di pesca tutta italiana, poi dedicandomi alla pesca della carpa, sempre in ambienti privati.

Qui conobbi altri ragazzi con la mia stessa passione, e così ci buttammo nel mondo dell’agonismo all’età di 16 anni .

In poco tempo formammo una squadra e ci laureammo campioni provinciali a squadre nella categoria under 18

L’anno successivo divenni campione provinciale individuale e per un altro anno in fila arrivai terzo sul podio e vinsi nuovamente il campionato provinciale a squadre. Vinsi anche il campionato Regionale Under 23 nel 2014.

Pian piano, però, il mio entusiasmo per le gare smise di essere forte e conobbi nuove tecniche di pesca, fra cui lo spinning in freshwater, la mosca, e per ultimo lo spinning in mare mirato ai grossi predatori.

Avendo meno tempo da dedicare alle gare ho trovato in queste discipline la stessa grinta dei miei primi anni di agonismo , anni non scorderò mai per il bagaglio di esperienza che mi hanno permesso di accumulare.

Mi iscrissi così poi allo Spinning Club Italia, di cui sono ancora socio nella sezione Monza e Brianza, e ringrazio qui in questa presentazione tutti i ragazzi del Club per avermi insegnato molte cose rigurdanti la pesca con gli artificiali, di cui ignoravo la varietà e la completezza.

Amo viaggiare, e cerco di far combaciare le mie mete di viaggio con posti sempre nuovi dove bagnare le mie esche e le mie code di topo.

Ho pescato nel grande bacino del Rio Ebro in Spagna, in Africa nelle isole di Capo Verde, sulle scogliere Francesi, nella splendida e verde Slovenia, nella ventosa ma favolosa Svezia e nella splendida isola di Mauritius.

Questi viaggi mi hanno permesso di rivalutare tantissimo il nostro Paese, che offre infinite possibilità ma è molto avaro in termini di catture.

Posso infine dire di essere un pescatore quasi a tutto tondo con estrema “simpatia” negli ultimi due anni per la pesca a mosca, la quale mi ha letteralmente stregato (soprattutto la pesca a Ninfa… puristi, non me ne vogliate!) e per le ultime tecniche provenienti dalla terra del sol Levante, il Trout Area Game e lo Shore Jigging.

Ci vediamo presto, in negozio o a pesca!

Tight the lines,

Simone